Axitea » Approfondimenti » Video Analisi e intelligenza artificiale, un’accoppiata vincente

Approfondimenti

Video Analisi e intelligenza artificiale, un’accoppiata vincente

Vuoi rimanere aggiornato con le ultime notizie? Iscriviti alla nostra newsletter

Autore

Redazione Axitea

La video analisi si è affermata da diversi anni come la naturale evoluzione della videosorveglianza: un computer analizza in modo autonomo ciò che viene inquadrato dalle telecamere, studia le immagini in tempo reale e genera un messaggio di allarme quando rileva potenziali minacce.

Si parla di video analisi ormai da decenni, ma quali sono i motivi per i quali non si è diffusa come potenzialmente avrebbe potuto? I motivi derivano soprattutto dagli alti investimenti necessari per l’infrastruttura (server, licenze, settaggi delle telecamere, rifacimento di impianti) e dai falsi allarmi che spesso venivano scaturiti per tecnologie non adeguate o errate installazioni (bastava un bagliore di un’auto per generare un allarme).

Solo recentemente la video analisi ha ricevuto un’evoluzione determinante grazie all’intelligenza artificiale, non tanto in quanto novità tecnologica – essendo ormai diffusa in molti ambiti – piuttosto per la sua applicazione nell’ambito della sicurezza che apre scenari molto interessanti per tutte le realtà che dispongono già di un sistema di videosorveglianza.

L’accoppiata videocamere e AI accresce infatti in modo significativo il livello di sicurezza e di prevenzione che questi sistemi sono in grado di garantire.

Riconoscimento automatico degli eventi

Con il riconoscimento automatico degli eventi, infatti, la video analisi dotata di intelligenza artificiale permette di ottenere il massimo dai sistemi di videosorveglianza: la potenza di calcolo oggi disponibile, insieme alla possibilità di avvalersi di algoritmi di analisi delle immagini sempre più avanzati, assicurano un’affidabilità senza precedenti e la riduzione al minimo dei falsi allarmi. Di conseguenza, chi controlla le immagini accede soltanto agli eventi veramente importanti, con un notevole risparmio di tempo e una maggiore efficienza operativa.

Un altro aspetto da tenere presente è che nessuna scena inquadrata è simile a un’altra e che non esiste uno scenario “standard”, da qui l’importanza dell’intelligenza artificiale che analizza in tempo reale cosa accade e, a prescindere dalle caratteristiche del contesto, è in grado di riconoscere le caratteristiche dell’oggetto inquadrato, con una minimizzazione dei falsi allarmi mai vista prima.

Differenze tra “video analisi con AI” e “tradizionale”

Rispetto alla video analisi “tradizionale”, la video analisi con intelligenza artificiale rappresenta un enorme passo avanti e apporta una serie di benefici perché:

  • è stata addestrata con una quantità di dati significativamente maggiore rispetto alla programmazione tradizionale, pertanto l’analisi è più accurata e affidabile;
  • è stata programmata simulando il funzionamento del cervello umano, per questo è più intelligente e capace di individuare oggetti molto complessi;
  • il rilevamento basato su deep learning è in grado di classificare oggetti complessi, riuscendo non solo a rilevare ad esempio un veicolo, ma anche a classificarlo per tipo (auto, bus, moto, etc.);
  • l’analisi della scena è affidabile anche in condizioni meteo avverse o in caso di disturbi sulla scena (movimento di rami, abbaglio di un faro, …);
  • genera meno falsi allarmi, perché è in grado di individuare e distinguere persone e veicoli rispetto a qualsiasi altro oggetto, generando un allarme solo in presenza di essi e solo in caso di violazione di specifiche regole (ingresso nella scena, permanenza, direzione non consentita, etc.).

Video analisi con intelligenza artificiale: possibili applicazioni

La principale applicazione della video analisi è senza dubbio l’antintrusione che, grazie al riconoscimento automatico di persone, animali, oggetti o veicoli che entrano nella scena inquadrata può molto rapidamente attivare o meno un allarme.

Eppure, parlare solo di antintrusione sarebbe riduttivo, perché in ambito sicurezza gli algoritmi di analisi permettono di contare persone o veicoli, oltre a rilevare comportamenti anomali come loitering (permanenza prolungata in un luogo senza un valido motivo), scavalcamenti e occupazione di aree off-limits.

Se ciò non bastasse, la disponibilità di algoritmi è così ampia da consentire di rilevare automaticamente una molteplicità di eventi che vanno dalla sicurezza stradale – come il rilevamento della sosta vietata, il rallentamento del traffico o l’attraversamento pericoloso di pedoni – fino alla safety, con la rivelazione di fiamme e fumo.

Una soluzione accessibile a tutti

Oggi quasi tutti i produttori di telecamere di videosorveglianza propongono modelli che integrano sistemi di video analisi: si tratta del cosiddetto modello “edge” o distribuito, che prevede l’elaborazione del video direttamente a bordo della telecamera. Sono tecnologie molto valide, ma per accedervi il cliente è costretto a sostituire i propri sistemi con prodotti di ultima generazione, un investimento che non tutti sono disposti a sostenere.

Le più recenti tecnologie di video analisi con intelligenza artificiale sono invece Plug&Play, cioè possono essere installate su sistemi di videosorveglianza pre-esistenti, senza richiedere la sostituzione di telecamere o sistemi di registrazione delle immagini. In questo modo è possibile rendere intelligente qualsiasi telecamera, senza rivoluzionare l’impianto e senza ricorrere a complicate installazioni o cablaggi specifici.

Se a questo si aggiunge la possibilità di personalizzare eventi e scenari secondo le caratteristiche specifiche di ogni singolo contesto, la video analisi permette di valorizzare qualsiasi impianto video garantendo un ritorno sull’investimento pressoché immediato.

 

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato su Axitea e sul mondo della sicurezza!

Scroll to Top
Torna su