Axitea » Approfondimenti » Covid-19 e Fase 2: quali misuratori di temperatura scegliere e vincoli GDPR

Approfondimenti

Covid-19 e Fase 2: quali misuratori di temperatura scegliere e vincoli GDPR

Vuoi rimanere aggiornato con le ultime notizie? Iscriviti alla nostra newsletter

Autore

Redazione Axitea

Ora che siamo entrati nella Fase 2 dell’emergenza Covid-19, le aziende devono cominciare a porsi il problema di come riprendere le loro attività nel mondo più efficace possibile, pensando alla sicurezza del momento ma anche ponendo le basi per un recupero graduale, che permetta di mettersi alle spalle il prima possibile un periodo tanto drammatico a livello sanitario quando ugualmente terribile a livello economico. Tra le misure di prevenzione più importanti troviamo diverse opzioni per la rilevazione termografica: ma come orientarsi? Quali misuratori di temperatura scegliere? Ci sono vincoli privacy da tenere in considerazione?

I riferimenti normativi per le imprese nella lotta al Covid-19

Per ripartire, le attività devono garantire una protezione adeguata a dipendenti, clienti, fornitori e partner in genere. E’ obbligatoria una revisione dei processi e la dotazione di una serie di tecnologie che consentono di rispettare le direttive.

Il riferimento normativo è al «Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro», che integra e aggiorna il precedente Protocollo del 14 marzo 2020. Il documento – anche allegato al DPCM del 26 aprile 2020 – individua disposizioni fondamentali per l’avvio della cosiddetta Fase 2 a partire dal 4 maggio 2020.

Tra le altre cose, le soluzioni di rilevazione termografica sono compatibili con il bando Incentivo Impresa SIcura: le aziende di ogni dimensione possono richiedere il rimborso delle spese sostenute per l’acquisto dei dispositivi.

Vediamo insieme le possibili opzioni in tema di misurazione della temperatura corporea:

Rilevazione temperatura su singola persona con termoscanner portatile

Per le aziende che non hanno un presidio all’ingresso o un sistema di controllo accessi con tornello: il servizio prevede un piantonamento all’ingresso di una guardia giurata che, dotata di sistemi di protezione individuale (mascherina, guanti, occhiali) e apposita termocamera portatile, procederà al rilevamento assistito della temperatura corporea, su singolo individuo. Alla rilevazione della soglia di temperatura prestabilita (ad esempio 37.5°), verrà attivato un segnale acustico e/o ottico, inibendo così l’accesso all’individuo e coinvolgendo il referente aziendale.

Monitoraggio temperatura su singola persona e presenza mascherina

Per le aziende che hanno un presidio all’ingresso e/o un sistema di controllo accessi, con e senza tornello. La soluzione prevede la fornitura e l’installazione di un dispositivo di rilevazione temperatura su singola persona e generazione di allarmi, monitorati h24 da un Security Operation Center, se la temperatura è superiore alla soglia prestabilita (ad esempio 37.5°) e/o di mancanza DPI (mascherina). In caso di presenza di tornello, questo può essere automaticamente chiuso in caso di allarme, altrimenti viene generato un alert automatico al servizio di sicurezza dell’azienda.

Telecamere termografiche per rilevazione temperatura di gruppi di persone e assenza DPI

Per aziende che hanno un presidio all’ingresso e/o varchi aperti di grandi dimensioni e pertinenze esterne estese con rischio di assembramento. La soluzione prevede la fornitura e l’installazione di un sistema video di rilevazione temperatura su gruppi di individui in contemporanea, e generazione di allarmi, monitorati h24 da parte di un Security Operation Center, se la temperatura è superiore alla soglia prestabilita e/o in mancanza di mancanza DPI (mascherina). Il sistema può anche essere utilizzato a scopi di People Counting e People Data Analytics.

Monitoraggio allarme single temperature & metal

Per aeroporti, stazioni ferroviarie e tutti quei luoghi che necessitano anche di un controllo della presenza di armi: la soluzione prevede la fornitura e l’installazione di un sistema a portale in grado di rilevare la temperatura su singole persone e generare un allarme se la temperatura è superiore alla soglia prestabilita (ad esempio 37.5°), oltre anche alla funzione di Metal Detector. Sarà così possibile rilevare la temperatura ed eseguire nel contempo le funzioni di metal detector, gestendo in modo ordinato e obbligato i flussi di accessi.

Pieno rispetto del GDPR e delle normative sulla privacy

Nonostante questo momento di gestione dell’emergenza e delle sue fasi immediatamente successive, il rispetto della privacy e la totale aderenza alle normative in tema non sono assolutamente oggetto di deroga:le imprese che adottano le soluzioni di misurazione temperatura corporea non devono registrare alcun dato biometrico o immagine ma rimanere perfettamente conformi alle normative in tema di privacy e protezione dei dati, rispettando pienamente i vincoli imposti dal GDPR.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato su Axitea e sul mondo della sicurezza!

Scroll to Top
Torna su